Pittura | Settecento | Scuola romana del XVIII secolo | Veduta di Campo Boario a Roma | Descrizione opera

48 x 63 cm
Olio su tela


Scheda opera

Veduta di Campo Boario a Roma

Scuola romana del XVIII secolo

Il soggetto

Lo scorcio colto in questo dipinto è l’area denominata Campo Boario in cui si riconoscono chiaramente il tempio di Portuno, trasformato poi nella chiesa di Santa Maria Egiziaca e il circolare tempio di Vesta, sulla parte destra del dipinto, mentre in lontananza si intravede la chiesa di santa Maria in Cosmedin con alle sue spalle il Circo Massimo.

La chiesa di Santa Maria Egiziaca in primo piano, oggi fortemente modificata nella struttura, sorse nel IX secolo all’interno dell’edificio che in epoca romana fu il Tempio di Portuno, consacrata inizialmente a Santa Maria Secundecerii. All’inizio del XX secolo la chiesa venne demolita per ripristinare l’antico aspetto del tempio, conservando però al suo interno gli affreschi narranti la storia di Santa Maria Egiziaca, tuttora visibili


Il dipinto
Questo bell’esempio di veduta romana può essere collocata cronologicamente nel XVIII sec. un periodo in cui questo genere di pittura era molto diffuso nella città papale attirando presso le sponde del Tevere non solo artisti italiani ma anche quelli provenienti dall’Europa.